Tornitura legno

il sito per imparare a tornire e migliorare con trucchi e suggerimenti forniti da Guido Masoero in ricordo di Norbert Facchin 

 

 Questi sono i torni che conosco bene e ho usato per qualche tempo.

 

Il primo tornio che ho avuto è stato un Valex GV900 comprato da un rivenditore di Susa.
La scelta della marca Valex è dovuta al fatto che è stata l' unico che avevo trovato.
Ho visto prima il tipo GV1000, che ho scartato perche era troppo leggero e in lamiera.

Dopo un mese avevo capito i suoi limiti e che non era possibile trovare un mandrino da legno adatto.
Nel frattempo avevo trovato un altro rivenditore in Val di Susa e sono andato a cambiarlo.
L' unico che rientrava nel mio badget era un Fervi 758 un po' più grande e con mandrino da legno.

In entrambi i casi non avevo preso le gambe e lo avevo montato su un tavolo che avevo in laboratorio.
Con questo si cominciava a lavorare e ho fatto un centinaio di pezzi anche grandini.
I sui limiti sono:
La velocità si regola con tornio in moto, ma solo da 500 a 2000 giri, troppo poca regolazione.
 la testata girevole che se mossa è difficile rimetterla nella stesso posto.
Il poggia utensile con prolunga che è meglio non usare perché vibra.
Il cambio di velocità meccanico, rumoroso e di scarso rendimento.
La contro punta con un po' di gioco laterale, che non sempre stringe nello stesso posto.

Nel' autunno ho sentito l' esigenza di avere un tornio piccolo e portatile.
Ho comprato da Bricosergio un MC450 che pesa poco, lo ho montato sul cavalletto pieghevole della troncatrice



e in 5 minuti potevo caricarlo in auto per portarlo a Torino o in qualche fiera mercato.
Ho notato che nei mercatini se si ha il tornio si attira molta gente e magari si vende qualcosa.
Mi sono poi attrezzato un piccolo laboratorio invernale a Torino con l' MC450 ed ero soddisfatto.


Qualche mese dopo mi ero stufato di dover fermare il tornio tutti i momenti per spostare la cinghia.
Se si usa per fare sempre pezzi simili si mette a una velocità media e si lascia stare così.
Io  ho la passione di sperimentare sempre cose nuove ed ero abituato con un cambio rapido,
Mi sono stufato e ho deciso di cambiarlo con un D460F di Studiocronos con regolazione elettronica di velocità.

I due torni sono molto simili, ma il D460F aveva 2 poggia utensili uno corto e uno lungo.


La velocita minima era troppo alta, ma con un piccolo intervento l' ho portata a 400 giri.

Lo ho montato sullo stesso cavalletto Dewalt e nel frattempo ho cambiato il laboratorio di Torino con uno più grande.

In questo laboratorio in via Aosta ho spazio per fare un po' di magazzino legname e tenere tanti sacchi di trucioli.
In alto vedete l' air filter della Jet, per eliminare la polvere ambiente.

In occosione del raduno tornitori di maggio 2009, mi sono fatto portare in visione un tornio grande
da Studiocronos e da Bricosergio.
Li ho tenuti 3 mesi in prova e fatto tutte le misure e i confronti del caso.
Teoricamente dovevano essere uguali, ma in realtà erano abbastanza differenti.
Holzmann df1200


Tornio grande di Bricosergio.
 

Alla fine delle prove li ho pagati entrambi e ho rivenduto quello di Sergio.

Nel frattempo avevo visto che la testa del DF1200 si poteva girare di 90° e 180°, non spiegato da nessuna parte.
Ho progettato un appoggia utensile esterno e fatto fare dal solito fabbro.
Dopo qualche piccola messa punto potevo tornire sino a un metro di diametro.


Adesso ho cominciato a volere un tornio più grande e con prestazioni migliorate.
Nuovo tornio con banco auto costruito Luglio 2011

Per prima cosa ho fatto uno schizzo su carta a quadretti in scala del progetto del banco.
 
Ho dato il disegno con le quote all' amico Daniele, il fabbro di Guidonia.
Lui ha tagliato e saldato i profilati e gli angolari, come disegno.

Io ho fatto un primo collaudo per vedere la posizione del motore e la regolazione.
 
Fatto qualche piccolo aggiustaggio per avere una giusta regolazione della cinghia.

Ho passato un flessibile per togliere la ruggine e lucidare i ferri.

Poi un colorificio attrezzato, ha misurato il colore e fatto fare uno smalto di colore simile, ma non proprio uguale.

 

Ho montato il motore, l' inverter, la tramoggia, i pannelli di chiusura.
 
Inverter vettoriale ingresso 220 volt , uscita con potenza 3 cavalli 2200 W trifase a 220 Volt.
L' inverter è montato sul pannello di testa sotto la contropunta.
La coppia non varia con la velocità, varia solo con il cambio puleggia.

La velocità del tornio è regolabile in continuo da 0 a 3200 giri minuto.
Le tre posizioni della cinghia permettono di variare la coppia applicata al legno.
Con la cinghia nella puleggia piccola (come in foto) la velocita massima è di 550 giri, coppia elevata
nella media di circa 1100 giri minuto e in quella grande 3200 giri, coppia media e minima.
Non ho messo un contagiri, ma solo rilevato le velocità e fatto una tabella.

 

Lo sportello per cambio cinghia è incernierato in basso, per apertura rapida.


La scatola con i comandi è spostabile in qualsiasi posizione e tenuta in posizione da 2 magneti al neodimio.

Montato anche il pezzo principale,un VL300 BM, fornito da Claude.
Il colore del banco non è proprio uguale, ma il colorificio non sapeva fare di meglio.

 

Montato mandrino e contro punta per iniziare i collaudi.

Il progetto iniziale prevedeva il supporto motore orizzontale, ma la scatola morsetti e' molto grande. 
inclinando il motore di 20 gradi diventa parallelo al piano inclinato della tramoggia. 
Il motore da un lato è imperniato con 2 bulloni da 12 MA , il lato opposto è spinto su da una molla. 
un pomello spinge in giù sulla molla per regolare la tensione della cinghia, 
 svitando il pomello la molla spinge in su il motore e consente un comodo cambio cinghia. 
Lo sportello dal lato cinghia e' tenuto chiuso da 2 magneti al neodimio, senza viti.
 
Tutto il vano con il motore l' inverter e la cinghia sono a tenuta di polvere o quasi.

La tramoggia scarica i trucioli direttamente nella apposita cassetta posteriore.
E' previsto in futuro di montare il poggia utensile esterno appoggiato a terra per poter tornire pezzi molto grandi.
Il motore può girare nei 2 sensi, e il mandrino si può montare anche a sinistra al posto del volantino.
con un poggia utensili esterno con appoggio a terra e il mandrino a sinistra si potrà tornire sino a 160 cm di diametro.
Il banchetto è lungo per poter inserire in futuro anche la prolunga al bancale del tornio, per ora solo 50 cm di lunghezza massima.

Per ora verrà usato per mettere la cassetta per appoggiare le sgorbie e utensili.


Il tornio è sistemanto al suo posto con filtro per l' aria Jet messo sopra.

Chi vuole venire a vederlo e provarlo è benvenuto. 

non è un sito chiuso, se volete informazioni o aiutare potete scrivermi qui                                 Home page