Macina pepe semplice

In questo articolo illustro come fare un macinapepe con pochi mezzi
Si parte da un quadrello di legno con 6-9 cm di lato lungo 2-3cm in più del asta centrale della macina
I meccanismi in commercio sono da 100mm 175 mm, 10 pollici 254 mm, 12 pollici 305mm e 16 pollici 400 mm.
Tra i macini di varie lunghezze cambia solo la lunghezza del' asta.


Sono con macina in inox per il pepe  e spezie e in ceramica per sale


li trovate sul web da Legnotonitura , affilatura manzanese e in siti esteri.

In questo caso io ho usato il 10 e il 12 pollici per pepe e del ciliegio da 8x8x28 e 33 cm


Come prima operazione si taglia un pezzo da 5-6 cm che diventerà la testa rotante.
Poi si segnano i centri alle estremità del pezzo lungo e si punzona il centro con un forellino.


Si monta sul tornio tra le punte per far diventare il quadrello un cilindro.


Il cilindro viene montato sul mandrino per fare il foro centrale


Con un mandrino da trapano montato sulla contropunta si inizia a forare a 400 giri.


Il diametro del foro è in media da 27 millimetri, ma può variare a seconda del produttore del meccanismo.
La punta per forare può essere una fostner da 27. una meccia o una regolabile Wolfcraft o simile.
Il foro deve essere passante e su un macinino lungo è la parte più difficile da fare.
La punta deve avere una prolunga in modo di forare oltre la metà lunghezza, poi rivoltate il legno,



 forate l' altro lato sino a che i 1 fori si uniscano poi con tela smeriglio fissata su un asta ripulite l' interno del foro


In alternativa potete montare il quadrello direttamente su un mandrino con le griffe grandi es BV95


Dovete stare molto attenti a non toccare il legno in rotazione , potete farvi male
I vantaggio di questo sistema è che potete fare tutto i fondo senza aprire mai il mandrino con centratura precisa


Fate il foro oltre la metà , poi inserite la contro punta nel foro e fate tonda tutta la parte in fondo.
  
Il fondo in basso deve avere 3 scalini per l' innesto preciso della macina e una parte concava da 5-10 mm
Le misure esatte degli scalini variano con il tipo di macina, potete farli prima del foro centrale
con una punta da 37, poi con la punta 35,5 per 4 mm e con la 31,5 per 2 mm.

Io non ho tutte queste punte e uso il solito bedano a con affilatura inclinata e laterale.

Prima di togliere il legno dal mandrino e bene provare a mettere il meccanismo nel foro per controllo.
Se entra bene con poco gioco il fondo e finito e potete ripassare la tela smeriglio nel foro.




Testa rotante

 

Il pezzo tagliato al inizio serve per fare la testa del macinino

Può essere di forma conica, sferica o ellittica con un innesto di 5 mm che entra nel foro da 27mm.
Io prendo il pezzo quadro sul mandrino


e arrotondo la punta e  la spiano lasciando alta la parte centrale per fare il tenone




poi faccio un piccolo scavo da 18x2 mm per inserire la rondella e faccio il foro da 5,5 mm per il passaggio dell' asta.



Cambio le griffe sul mandrino e riprendo il legno sulla sporgenza per fare l'altra parte.



Esempio di teste rotanti di forma conica ed ellittica.


Se il foro grande  è di 27 mm e l' innesto sulla testate è 26,8 mm potete scambiare le teste per estetica.
Tra il foro del corpo e il tenone sulla testa devono esserci un paio di decimi di gioco in modo che possa ruotare libero.
Con le 2 parti pronte si può montare sul tornio per fare la sagoma esterna e la finitura.



La forma può essere a vostro piacimento, unica cosa importante deve avere un impugnatura comoda e che non scivoli.

Quando l' esterno è finito e lisciato dovete fare 4 piccoli fori da 1,5 mm per fissare il meccanismo.

Il foro rettangolare sulla rondella serve per portare in rotazione l' asta e la macina


Macinino finito e pronto al' uso.