Home page                         Tornire penne in legno.


Novità Penne laminate

Novità penne Juventus


Uno dei più comuni e facili lavori al tornio è fare penne in legno.

Nel mondo sono prodotte circa un milione al mese di penne in legno con questi kit.
Si comprano gli appositi kit e si fanno moltissimi tipi di penne, con poca attrezzatura.
Le penne si possono vendere facilmente anche nei mercatini, per recuperare le spese.

Per fare le vostre penne dovete avere un piccolo tornio e pochi utensili.
Il tornio è bene che sia piccolo e che giri veloce, un tornio grande va bene lo stesso, ma è sprecato.
Per prima cosa dovete comprare dei kit per penne, (Pens Kit) nella sezioni link trovate molti posti in Italia e estero.
Poi cercate dei quadrelli di legno da 2x2x15 cm, va bene qualsiasi legno purché duro e che non scagli facilmente.


 Materiale necessario

Nella foto seguente vedete tutto quello che serve per fare le penne.

In alto tela abrasiva grana 150-1000 grit, colla poliuretanica e cianoacrilica.
Mandrino per contro punta, punte di vari diametri, frese per rasare di vari diametri,
Boccole, pezzi di legno, bustina con il kit, mandrino penne, refils di ricambio.
I mandrini per penne sono del tipo con cono CM1 e CM2, su quasi tutti i torni va bene il CM2.
Si trovano di tipo con lunghezza fissa o regolabile, meglio se lo prendete regolabile.
Quando ordinate un kit di penne di nuovo modello , cercate di comprare insieme anche
le boccole, la punta per forare, la fresa per rasare il legno, o almeno lo stelo.

Tutti i kit per fare penne in legno sono sempre con uno o 2 tubetti d’ottone.
Ogni modello di penne richiede un foro del diametro del tubetto, spesso con misure a pollici.
Il foro nel legno deve essere di diametro appena superiore al tubetto in ottone, per incollarlo.
Lo stelo della fresa deve essere uguale al diametro interno del tubetto per rasare legno e colla.
Le boccole devono essere adatte al diametro del tubetto per tenerlo fermo e centrato sul tornio.

Esempio di un kit nei suoi componenti codice  310432 di Axminster

Il legno per penne.

I quadrelli per penne che trovate in giro sono in genere da 2x2x15 cm, e vanno tagliati
uno o due millimetri più lunghi del relativo tubetto in ottone, in genere con molto spreco.
Poi saranno forati e il tubetto sarà incollato dentro il foro
Il legno che si usa è in genere legno bello e pregiato, perché le quantità in gioco sono piccole
e se anche si usa legno molto caro la cifra è comunque di pochi euro.
Se fate tante penne e volete risparmiare sul legno, conviene comprare la tavole e tagliarle a misura.
In alternativa conviene trovare delle stecche lunghe e tagliare il pezzetto della lunghezza che serve.

 


quadrelli da tagliare

Quadrelli tagliati

Per fare la penna europea servono 2 pezzi di legno lunghi 54 e 62 mm

Per fare le twist, slimline e simili servono 2 pezzi lunghi 54-55 mm

Per la penna tipo Sierra seve un solo pezzo lungo 58 mm

Pezzetti di legno tagliati 2 mm in più del relativo tubetto, notare la sigla della pezzo su ognuno.

La sigla serve a montare i quadrelli sul mandrino, in modo che la vena sia continua.


Stecche di legno pregiato lunghe 54 cm, sufficienti per fare da 4 a 6-8 penne ognuna.

Dove potete trovare il legno pregiato per fare le penne o chiedete cosa ho disponibile.

Potete anche chiedere per email altri posti meno costosi che sto cercando.

 

 

I kit per penne più comuni ed economici sono le Twist o slimline, poi le europee e le streamline.
costano da 1,8 a 5 € ognuno, adesso vedrete come faccio io a fare un po’ di penne, quando arrivano i kit si fa la seguente tabella.

Nella tabella  vedete il tipo di penna, le misure del tubetti, la quantità, il costo del legno e dei  kit in £ e in €
Dopo aver misurato tutti i tubetti e tagliato il legno di lunghezza giusta, si procede nella foratura.
Servono diversi
diametri di punte, ogni modello di penna usa i suoi diametri da 7 a 12,3 mm

Se non sapete che punta usare, misurate il diametro esterno del tubetto, e comprate la punta di quel diametro,

Il tubetto deve entrare nel foro senza forzare e senza gioco eccessio.
Dopo un po’ di tempo e tanti tipi di penne avrete tutti i diametri che servono, non sono tanti.
Ulteriori istruzioni in inglese le trovate qui in formato PDF.

Il sito Pennstateind in USA fornisce gratis un programma per vedere come sarà la penna finita. 

Negozi di KIT PENNE In Italia 

  • Negozi di KIT PENNE al' estero con prezzi molto più bassi
  •     TIMBERBITS - AUSTRALIA Belle e costano poco, ma si paga IVA e dogana
  • FUN e TURNZ - INGLESE su Ebay Dove le compro io a buon prezzo
  1. THE TURNERS - AUSTRALIA
  2.  
  3.     Fornitori di legno pregiato per penne di lusso
  4.     LegnoTornitura Italia Nuovo
   spiros_one            Ebay Italia   
  
claudiogio3011 
    Ebay Italia 
  
Designholz           Germania   
  
theturnersworkshop Inghilterra    
  
woodcraft                USA  
 
 woodturningz           USA

Se volete dei quadrelli di legno da 2x2x15 cm per fare penne,
ne ho molti pronti di tutti i legni per fare le mie penne.
Mandate una mail, che vi dico cosa ho pronto al momento.

Foratura del legno

Potete usare il tornio o il trapano a colonna se lo avete.

Vi fate un paio di pezzi di legno con un taglio a V per prendere il quadrello in diagonale.

Se non avete un trapano a colonna anche il tornio va benissimo.
Montate il mandrino con le griffe lunghe e un mandrino da trapano sulla contro punta.

Girate il volantino posteriore,   la punta avanza e fora il legno, andate a velocità bassa per non scaldare troppo.

IL LEGNO DURANTE LA FORATURA NON DEVE SCALDARE, O SI CREPA FACILMENTE
Se la punta è piccola e il legno non molto duro, dopo i primi millimetri, si può smollare la contro punta,
e spingere tutto il blocco da dietro, ogni 2 cm estraete la punta per scaricare i trucioli.
Io preferisco forare con il tornio, che è più comodo e veloce.

Incollatura e Rasatura



Quando tutti i quadrelli di legno sono stati forati, si inserisce il tubetto con un po’ di colla.
Il tubetto deve entrare facilmente con poco gioco se avete fatto il foro giusto.
Il tubetto di ottone è lucido, per migliorare la tenuta della colla dategli una passata con tela grossa.
La colla da usare può essere poliuretanica se non avete fretta e se fate tante penne, o Attak più rapida e costosa.
Mettete una goccia di colla nel foro e una sul tubetto, poi lo spingete dentro facendolo ruotare.
Fate in modo che il tubetto che è più corto del legno resti centrato.
quando tutti i tubetti sono ben incollati si procede con la rasatura del legno a filo con il tubetto,
Le frese rasatrici è bene comprarle insieme ai kit e con il gambo di diametro adatto al tubetto.
L' asta deve passare giusta dentro al tubetto per pulire residui di colla, la fresa taglia il legno in eccesso.

Rasatura con trapano a colonna e  pezzi rasati
 

Rasatura sul tornio per chi non ha il trapano.

Quando vedete l’ottone siete arrivati e fermate.
Lasciare sempre la morsa o il mandrino un po' aperto in modo che il legno possa muoversi per centrarsi senza girare.

Il rasatore è necessario,  è difficile rasare bene con una sega o una troncatrice.

Il diametro del gambo del rasatore dovrebbe essere giusto per entrare nel foro del tubetto.

Potete comprarlo qui
        Frese per rasatura piccole e medie           Frese per rasatura grandi      da fun-e-turnz su Ebay
o da qualsiasi commerciante di kit per penne, si compra insieme al relativo kit di penne.

 


su questo link ci sono 4 misure Frese per rasatura piccole e medie
Interno tubetto 6.18mm esterno tubetto e diametro foro 7mm
Interno tubetto 7.2mm esterno tubetto e diametro foro 8mm
Interno tubetto 8.64mm esterno tubetto e diametro foro 3/8″ /9,5mm
Interno tubetto 9.15mm esterno tubetto e diametro foro 10mm
comprende la fresa da 19 mm e la chiave a brugola. prezzo circa 20€ da fun-e-turnz

su questo link ci sono altri 3 tipi Frese per rasatura grandi
Ci sono 3 barrel trimmer in HSS
10.7 mm for use with 11.5mm tubes, adatta alle sierra
11.63mm for use with 12.35mm tubes adatta per le sedona
13.7 mm for use with 14.5mm tubes – adatta per penne grandi, profumatori e key ring
comprende la fresa da 25 mm e la chiave a brugola. Pezzo circa 22€  fun-e-turnz

 


 Boccole per montare il legno sul mandrino.

Quando comprate i kit è bene prendere insieme anche una serie di boccole relative.

Il diametro del' asta del mandrino è circa 6,25 mm, il tubetto delle penne europee e slimline, twisr etc.
ha il foro interno da 6,3 mm e entra bene con poco gioco.
Su altri tipi di penna il tubetto è più grande e avrebbe molto gioco. le boccole servono per farlo girare centrato.

Lo boccole sono dei cilindretti a 2 diametri, che da un lato entrano nel tubetto per tenerlo centrato,
poi dopo il saltello, il cilindro più grande è in genere il diametro che deve avere il legno alla fine della tornitura.
Per farvi le boccole per le twist, steamline e simili, cercate una barretta di ferro o ottone da 10-12 mm.
fate il foro centrale da 6,3 mm  e l'esterno dello stesso diametro dell'inserto dorato che deve entrare in quel punto,
Fate attenzione che da un fornitore all'altro, le misure possono essere leggermente diverse
Anche se il nome del kit è uguale, possono essere di fabbricazioni differenti,
per questa ragione consiglio sempre di comprare le boccole insieme ai Kit.

Se vi siete dimenticati o sbagliati di tipo,  potete farvele provvisorie con della plastica.

La plastica ottimale per farsi le boccole è il Corian della DuPont spesso 12mm.
Tagliate con la sega dei pezzetti di plastica dura spessi 10-12 mm , li forate al centro da 6,25-6,3 mm.
Li infilate sul mandrino da penne separati dalle boccole che avete, e li tornite conici o cilindrici con i 2 diametri.

 
Non sono il massimo, ma sempre meglio di niente, dureranno poco e la volta dopo li comprate giusti.

Io uso il sistema delle boccole coniche in plastica quando faccio solo uno o 2 penne di quel tipo.

Prima di tornire io consiglio di controllare che ci sia tutto quello che serve e sia tutto giusto.
Cerco qualche foto del tipo di penna che sto cercando di fare, se non ho mai fatto quel modello.
Serve a capire come verrà montata e che aspetto avrà. Vedere anche il sito
Pennstateind in inglese

   Gentlemen                                                                                              Modello  cigar


Modello Sierra elegant  


                                         americana di ax

Poi provate a mettere vicino i pezzi per vedere come va montata.


Esempio di prova prima della tornitura con piano di montaggio e foto di esempi.
Se ho dei dubbi sia su come si monta o sul legno con eventuali crepe o difetti.
Metto il tubetto nel legno senza incollarlo, lo monto sul mandrino del tornio e faccio la sgrossatura, lasciando un po’ di legno in più.
provo ad assemblare senza forzare che si riesca a smontare facilmente, se tutto mi piace incollo il tubetto e finisco.
Se non ci sono dubbi e tutto sembra giusto si comincia a tornire i quadrelli a misura, con un decimo di mm di spessore in più.
Il diametro del legno tornito alle estremità dove si affianca alla parte dorata o cromata, dovrebbe essere identico.
Se i 2 diametri sono diversi si sente un saltello che da fastidio nell’uso della penna e sarà criticato.
La parte interna del legno può avere la forma che vi piace, a cilindro, a botte dipende dai gusti vostri e dei vostri clienti.

Il mandrino per penne

I mandrini per penne sono di 2 tipi, con asta fissa e con asta regolabile in lunghezza, e con cono CM1 o CM2.
Il mandrino è composto da un cono morse che si innesta nella testa motrice e un asta da 6 mm con filetto e foro all’altro estremo.
I modelli con lunghezza regolabile costano poco di più e permettono di fare tutti i modelli di penne.

Questo è il modello venduto da Claude della truciolara di Verona.
é anche quasi l' unico fornitore di kit e accessori per penne in Italia.
L' aste da 6,2 mm si può allungare o accorciare secondo necessità allentando con chiave da 22 mm
inserita nella parte piatta dei 2 cilindri sporgenti vicino al cono morse.

Potete farvi il mandrino usando una barra trafilata da 6,2 mm filettata per 2 cm, con il forellino per la contropunta.

Tornitura

NOTA Anche un piccolo tornio per metalli può andar bene, basta che giri molto veloce, 3000 giri ad esempio.
se il vostro tornio è per metalli, si può fare l' attrezzatura con lo stesso tornio, mandrino e boccole.


Per la tornitura è previsto di usare un tornio piccolo e veloce, tipo il Jet 1220VS o Holzmann D460f.

Montate il mandrino sul tornio, infilate le boccole distanziali, tra i pezzi di legno, mettete un distanziale in più
in fondo e serrate bene la rondella zigrinata in ottone, avvicinate la contropunta e serrate poco, senza forzare.
L' asta del mandrino è di soli sei mm se chiusa troppo si può piegare e non gira più centrata.




Con una sgorbia da sgrossare, piccola se la avete, cilindrate i quadrelli, portando il diametro

del cilindro qualche mm oltre il diametro delle boccole, poi con una sgorbia ben affilata, o con uno scalpello ovale
portate il diametro delle estremità a misura, è bene cercare di avere un decimo di mm d’errore massimo.

Se non avete o non sapete usare lo scalpello ovale, usate una qualsiasi sgorbia purché ben affilata.


Con solo la sgorbia che si vede in foto, l’anno scorso ho fatto un centinaio di penne europee.


Quando le misure sono esatte con 1-2 decimi in più, si carteggia.


Potrebbe capitarvi anche qualche incidente, tipo questo, tubetto mal incollato, legno con crepe, piantatina leggera, etc.
Il legno sul tubetto alla fine è spesso solo un millimetro o due, si rompe facilmente.
Non è grave il tubetto si recupera, si pulisce dalla colla e si mette in un pezzo nuovo di legno, e via da capo.

Carteggiatura e finitura



Se la tornitura è fatta bene con ferri ben affilati, (parte a sinistra) si può cominciare con grana 320,
se è come la parte a destra è meglio cominciare con grana 150, poi 240, 320, 400, 600, 800, 1000 grit.
La tela smeriglio, si trova sino a grana 600, oltre usate carta abrasiva al corindone.

Ogni volta che cambiate grana, passate uno straccetto sul legno, per eliminare i residui della tela precedente.
Quando vi sembra abbastanza liscio e lucido, fermate il tornio e passate un dito per sentire al tatto con non ci siano punti brutti.
Ricontrollate le misure sulle estremità, siete ancora in tempo per eventuali riprese.



Le finiture da applicare sulle penne sono moltissime, l’importante che siano resistenti al sudore e al maneggio.
potete usare l’attak, la shellavax, cera carnauba, woodoc, vetrificante per palchetti e tante altre a vostra scelta.


Pezzi in palissandro viola finiti con 5 mani di colla cianoacrilica (attak) e una mano di cera carnauba.
Applicare alcune gocce di colla sul legno, spargerle con un pezzo di scottex e mettere in moto il tornio.
Con lo stesso scottex lisciare la colla che si sparga in modo uniforme, ripetere più volte.
La colla cianoacrilica quando è asciutta e molto dura e resistente, la cera finale lucida.



Particolari finiti con 4 mani d’EEE-ultrashine e 3 di shellawax.
Si applica a tornio fermo una goccia di prodotto, si sparge per bene, poi si mette in moto e si strira per bene, ripetere più volte.
Si applica nello stesso modo un goccia di shellawax cream e si ripete 3-5 volte sino al lucidatura a specchio.

Sto facendo prove con prodotti diversi dal solito, i risultati sulla durata della finitura si vedranno fra qualche mese.
Ero andato in un grosso colorificio per prendere un prodotto vetrificante per palchetti, se la gente ci cammina sopra
deve essere una cosa molto dura e robusta, con buona resistenza al acqua.
Purtrppo avevano solo confezioni grandi e dal costo esagerato, per provare a fare una penna ho rinunciato.
Ho scoperto che avevano in confezioni da un litro un prodotto per terrazzi da esterno, che deve resistere anche alla pioggie e alla neve.
Ho preso una confezione e a parte la puzza sembra che vada bene, asciuga abbastanza in fretta e si possono dare più mani.
prova di applicazione su penna streamline in padauk, con pori aperti,

Per ora ho fatto 4-5 penne per provare il prodotto, sembra buono.
Ho anche fatto qualche penna finita con woodoc. Per altre spiegazioni  vedi finiture nella sezione relativa.

Qualche amico usa prodotti che impiegano tempo ad asciugare e indurire, ripetendo l’operazione più volte ogni 3 giorni.

Montaggio e assemblaggio del Kit

Prima di montare la penna è bene avere le idee chiare di come vanno messi i componenti.
eventuali errori spesso portano alla rovina del Kit, e molto difficile smontare senza attrezzatura apposita.



Sierra elegance in legno serpente, presentata prima del montaggio definitivo, é la penna più facile e rapida da fare.


Penna modello gentlemen, controllo prima del montaggio finale.

penna modello cigar da montare



La stessa dopo il montaggio.


Il montaggio consiste nel' inserire nei tubetti i terminali dorati che entrano forzati.
Per fare quest’operazione si può usare una morsa apposita, il tornio spingendo con la contro punta, un trapano a colonna,
e molti altri sistemi che consentano una spinta graduale e controllata, il martello non va bene.
Negli esempi seguenti ho usato il trapano a colonna da banco Fervi 012.
Nel mandrino ho inserito un cilindretto di legno duro con una punta conica.

 

Nella morsa sotto è fissato un pezzo di legno più morbido con un foro conico, serve per tenere diritta la punta.
Inserite il puntale nel foro in basso, appoggiate il tubetto con il legno tornito e

con il trapano spingere gentilmente fino a fondo corsa, in modo che non ci siano fessure.

Meccanismo twist, serve a spingere dentro e  fuori il refils per scrivere.
Poi inserite sopra il meccanismo twist e lo fate entrare per tutta la parte in ottone.

Provate a inserire il refilis per vedere se esce abbastanza, se sporge poco inserite di più il meccanismo.


Fate attenzione che se durante la rasatura non avete usato la punta di diametro esatto
con l’interno del tubetto, possono essere rimasti residui di colla che escono
e possono inserirsi tra il tubetto e i terminali, impedendo di andare a contatto, con brutta estetica.
A montaggio ultimato, avvitate il refils e provate che esca a sufficienza per scrivere bene.


Se tutto vi pare a posto potete mettere in un posto chiaro e luminoso per fare le foto.



Queste sono le prime 12 penne fatte quest’anno.


Esempio di penna europea in varie fasi.





Esempio di penne twist o slimline dopo la tornitura e finitura, prima e dopo il montaggio.

 




Per portarle in giro a vedere potete usare un contenitore simile al 700274 di AX che costa circa
15 
   
Oppure questi che uso io, che mi hanno regalato
 

Consigli pratici e trucchetti per semplificare il lavoro.

Le penne sono oggetti che si possono vendere bene, anche nei mercatini.
Ne potete dare una ad un amico, che la porta e la fa vedere al lavoro.
Prende gli ordini , consegna, incassa, e voi gli lasciate una percentuale.

Tubetti, se fate molte penne dello stesso tipo, comprate i tubetti di ottone in più.
Potete preparare il legno con il tubetto incollato, tornirli e rifinirli.
Quando vi arriva una richiesta, fate l’ordine dei kit e dovete solo montarli.
I tubetti costano pochissimo e non impegnate un capitale in Kit.

Cercate di usare sempre legni pregiati e rari, in una penna ne basta poco.

 

Se per ogni penna allegate un foglietto come questo potete aumentare il prezzo da 10€


 Potete provare presso qualche gioielliliara locale se sono interessati a rivenderle.

 

                        
Esempio di un gruppo di penne finite

Con la stessa attrezzatura delle penne si possono fare anche gli anelli portachiavi keyring da fun-e-turnz


   
Alcuni modelli si aprono per nascondere qualcosa di piccolo.
I kit sono venduti negli stessi posti dove vendono i kit per le penne.

Novità Penne laminate

Penne disegnate
Questo non  è un idea mia, ma vista su Woodturnig di luglio 2011 pag. 41-44
Vi comprate un barattolo di Araldite o altra resina simile e trasparente.
Sono resine a 2 componenti che induriscono e poi sono lavorabili al tornio.

Le trovate da Sinopia  come cristal e da Colore Amico come epossidica trasparente.
Vi fate o procurate dei tappi che entrino nei tubetti delle penne.
Se non le trovate li fate sul tornio conici con legno tenero di scarto.



 Image

Sul tubetto d’ottone fate la vostra firma, scrivete il nome della cliente,
incollate una striscia di carta con la foto, il vostro logo e il vostro nome etc.
Quello che volete far vedere a penna finita.
Mettete in una vaschetta di plastica i tubetti, che resteranno sollevati dai tappi conici.
Versate la resina dopo averla mescolata molto bene, spessa 2 cm e aspettate il giorno dopo.
 
Con una sega tagliate, la resina vicino al fondo tubetto e togliete i tappi.

 Image

Rifilate la resina che sia delle solite dimensioni 2x2 cm e mettetela sul mandrino per penne.

Image

Tornite la vostra penna e lucidatela bene che sia trasparente,

Potete usare tela smeriglio sino a 600 grit, oltre carta seppia sino a 1500 grit, oltre polish per carrozzeria.

 Image

Esempio di penne in resina trasparente.  


Se avete difficolta o bisogno di chiarimenti
scrivermi  vi posso insegnare di persona                               Home page